Boris Savoldelli - voce ed elettronica; Walter Beltrami - chitarre; Roberto Bordiga - contrabbaso ed elettronica; Stefano Tamborrino - batteria e percussioni

L'immenso repertorio musicale italiano degli anni ’30-’40 è il punto di partenza per questo nuovo progetto musicale, un vero e proprio viaggio all’indietro nel tempo attraverso la rilettura fresca e moderna di alcuni grandi classici. Un lavoro sicuramente originale, dove la tradizione dello swing viene contaminata dai linguaggi del jazz contemporaneo, del rock e dell'elettro-acustica; dove il ruolo conduttore del processo improvvisativo determina lo sviluppo di temi immortali verso confini inaspettati.
Uno stimolante incontro musicale che coinvolge la voce-orchestra di Boris Savoldelli (come viene definita dalla stampa italiana e straniera la sua personale tecnica), la chitarra visionaria di Walter Beltrami (definito dalla rivista Musica Jazz come uno dei chitarristi e compositori più interessanti e originali del nuovo panorama jazz italiano), il contrabbasso pulsante di Roberto Bordiga e il personalissimo drumming di Stefano Tamborrino (giovani e promettenti "nuova leva" del jazz italiano).
Lo swing italiano degli anni '30 e '40 come non lo avete mai sentito. Un "viaggio musicale" inaspettato, ironico, stravagante verso l'Italian Psycho Swing!