Dan Kinzelman, sax; Enrico Zanisi, piano; Enrico Morello, batteria; Francesco Ponticelli, contrabbasso 

Il gruppo nasce nel 2010, coinvolgendo alcuni dei più freschi e creativi musicisti della nuova scena jazz italiana, Dan Kinzelman (sax e clarinetti), Enrico Zanisi (piano), Francesco Ponticelli (contrabbasso), Enrico Morello (batteria).  Dopo il disco “Ellipses”, uscito per l’etichetta Tǔk nel 2014, il quartetto di Francesco Ponticelli ha suonato sui più prestigiosi palchi italiani facendosi apprezzare per l'intensità dei concerti in cui oltre alla qualità dei singoli emerge il coinvolgimento di tutto il gruppo nel progetto che ricerca incessantemente un’alchimia tra la forza delle composizioni e la libertà dell’improvvisazione. Il secondo disco, dal titolo "Kon-Tiki", sempre in uscita con la Tǔk Music, è espressione di questa ricerca e sia l'aspetto compositivo che il suono di gruppo raggiungono una maggiore maturità; i brani hanno un carattere distinto, evocano paesaggi sempre diversi e richiamano stili anche lontani tra loro, da colonne sonore di film di fantascienza a sonorità caraibiche, o western, o blues. La tavolozza ricca di colori serve poi ad aprire momenti di improvvisazione in cui non ha importanza ricalcare uno stile, ma dare un contenuto espressivo al suono e sentire l’interplay. Il gruppo si affaccia anche nel mondo delle sonorità elettroniche creando una fusione con il suono acustico che amplia le possibilità dinamiche e timbriche. Per quanto il gruppo sia saldamente ancorato a un'idea classica di quartetto jazz, si scardina qui l'ordine gerarchico dei ruoli e la ritmica interviene in un'onda continua di scambio con il sassofono e con il pianoforte, un flusso di coscienza che non risulta mai caotico ma semmai un contrappunto ritmico e melodico emotivamente coerente e mai banale.