Paolo Fresu, Daniele di Bonaventura, A Filetta - Mistico Mediterraneo

Paolo Fresu - tromba, flicorno; Daniele di Bonaventura - bandoneon; A Filetta (coro polifonico): Jean-Claude Acquaviva - François Aragni - Paul Giansily - Stéphane Serra - Jean Sicurani - Maxime Vuillamier

Dopo “Mistico Mediterraneo” (ECM), il sodalizio artistico tra Fresu, di Bonaventura e il coro A Filetta si consolida con il nuovo “Danse mémoire, danse”, nel quale i suoni della Corsica, del Mediterraneo e del continente africano, abbracciano le idee illuminate e forti di due pensatori come Aimé Césaire e Jean Nicoli. Poeta e drammaturgo, il primo, maestro in Senegal e uno dei capi della resistenza corsa durante la Seconda Guerra Mondiale, il secondo, entrambi isolani e comunisti, molto legati alla loro terra natia e all’Africa, entrambi uomini del rifiuto: hanno respinto nel modo più chiaro il colonialismo e le sofferenze inflitte ai più deboli, difendendo le popolazioni africane e il concetto di “negritudine” (il termine fu usato la prima volta proprio da Césaire). “Se abbiamo deciso, nel nostro prossimo spettacolo di avvicinare questi due pensatori luminosi impressi di umanesimo è semplicemente per ricordare, ancora e ancora, che dietro la grandezza di tali uomini – per i quali ci compiacciamo nell’esaltare il loro impegno e il loro sacrificio - c’è l’idea per la quale e dalla quale vivono e muoiono: quella di un mondo più giusto, più libero, più rispettoso delle differenze, un mondo più equo e più solidale. Abbiamo chiesto ad autori corsi di oggi di contribuire, attingendo alla confluenza del pensiero di questi due edificatori che furono Nicoli e Césaire, e illuminarci sui loro percorsi ideologici, filosofici ma anche poetici”. Corsi e italiani, polifonisti e jazzmen, tutti musicisti radicati, voci, tromba e bandoneon, concorreranno a mettere in risalto gli ideali ma anche i sogni di tali “principi dei nembi” proponendo una musica meticcia che non appartiene a nessuno perché, appunto, è quella di tutti.

DOWNLOAD ENGLISH VERSION